Relais L’Albereta

Quando arrivi a Relais L’Albereta in Franciacorta, nel Distretto dei Laghi della Lombardia, a est di Milano, l’ambiente tranquillo sembra quasi un segreto. Passando attraverso i vigneti, si arriva a una raffinata, signorile villa di campagna, coperta di viti, che domina il Lago d’Iseo nella valle sottostante.

Mentre le nuvole rotolano giù dagli alberi nella valle e attraverso il lago, sembra un sogno. La Franciacorta è una destinazione gastronomica dinamica. Ha ricevuto molta attenzione quando Chris ha installato i suoi pontili arancioni sul Lago d’Iseo nell’estate del 2016. Bene, è tempo di conoscere meglio la Franciacorta e Relais L’Albereta è il posto perfetto per farlo. Per una cena dinamica, una spa rilassante, una base per esplorare la zona, questo è il tuo prossimo rifugio preferito.

Il patio, che si trova all’ombra degli alberi, è il centro della vita accomodante a L’Albereta. Non appena ti siedi sotto il dolce sole, scoprirai che non c’è fretta di andarsene. È anche dove fai colazione: potresti pensare che stai per mangiare leggero, ma ci sono meravigliosi pane fatto in casa e uova strapazzate diabolicamente buone. Quindi dici che pranzi un pranzo modesto, ma la prossima cosa che sai che stai mangiando pasta e un bicchiere di vino e forse un altro ancora. C’è un magnifico chardonnay Bellavista da uve raccolte proprio in cima alla collina e una varietà di vini spumanti, tutti provenienti dalla premiata cantina di proprietà della stessa famiglia che gestisce l’hotel. Questa è la bella vita accomodante che la zona promette.

Negli hotel italiani, preferisco spesso i ristoranti più semplici, in stile trattoria, a quelli gastronomici raffinati. L’Albereta trasforma l’idea in testa. L’ambiziosa cucina del Ristorante Leone Felice, del famoso chef Fabio Abbattista, è elegante e tecnicamente sicura, senza pignoleria o formalità amidacea. Il mio pasto includeva i piccoli gnocchi di patate (con un po ‘di caviale per buona misura), che sembravano abbastanza semplici, ma erano così leggeri e trasportabili che ho appena iniziato a ridere. Anche l’aragosta blu alla griglia è memorabile e anche un antipasto di seppie era notevole. Gli abbinamenti di vini illuminati e qualche buona grappa invecchiata nel bar mi hanno fatto in una foschia dorata quando sono tornato nella mia stanza e ho visto la sera rotolare attraverso il lago.

La notte successiva, ero in vena di qualcosa di più semplice, quindi mi diressi verso la famosa pizzeria dell’hotel, La Filiale. L’impasto fatto a mano è incredibilmente leggero e funziona bene con pizze più tradizionali – con pomodori San Marzano, aglio e olio d’oliva locale – o più ambiziosi con formaggio di capra stagionato e pancetta affumicata. Anche se non ignorare i calzoni fritti, che ispirano un seguito di culto. È tutto offerto con vivaci vini locali che creano abbinamenti vivaci.

Non è tutto mangiare e bere (anche se non avrei lamentele se lo fosse). C’è Spa Espace Chenot, rilassato ma all’altezza degli standard degli esperti di spa (sai chi sei!). Puoi nuotare in piscina, come ho fatto io, in piscina: le porte dell’estremità opposta si aprono per rivelare un patio con sedie a sdraio, che è il posto perfetto per leggere un libro. È anche un buon posto per tornare alla realtà dopo un po ‘di tempo nel bagno turco o nella sauna o dopo un trattamento termale. Un giorno scesi al lago d’Iseo stesso, a venti minuti d’auto, che è una città dolce e assonnata sull’acqua. Puoi prendere un traghetto per Monte Isola, una piccola isola alla fine del lago. Colline di alberi scendono sulla riva del lago, con acqua blu vivida, dando all’atmosfera un’atmosfera fantastica, dove le cose si muovono a un ritmo più lento, probabilmente perché nessuno vuole andarsene.

La gente celebra il terroir, uno specifico senso del luogo, e giustamente ha pensato che potesse facilmente sembrare grandioso. Ma quando funziona, non ha bisogno di spiegazioni, sembra logico e inevitabile. Quell’equazione ha funzionato brillantemente per L’Albereta da quando è stata pioniera in questo settore. Sono attratti ammiratori, prima da Milano e poi più lontano in Europa. Ora è una destinazione internazionale per uno stile di vita così buono che sai che il segreto non può durare per sempre. Come tutti i bei sogni, non vuoi mai svegliarti.

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *